Content Marketing: corso smm GeviAcademy

Ormai siamo alla 3° edizione del corso in Social Media Marketing di Generazione Vincente Academy e precisamente al modulo dedicato al content marketing. Per chi non avesse letto l’articolo precedente in questo corso gratuito di ben di 160 ore ho diviso il mio programma in 4 moduli, strategia, contenuto, community, advertising + il project work finale facendo applicare agli studenti tutto quello che hanno appreso nelle mie ore di lezione.

Ho raccontato recentemente alcuni punti del modulo della strategia in questo articolo, se ti va dai un’occhiata ?

In questo articolo invece ti parlerò degli argomenti che di solito affronto nel modulo dedicato al contenuto, ma andiamo con calma e partiamo dall’inizio:

Cos’è il content marketing?

Il Content Marketing è una forma di marketing che prevede la creazione e la condivisione di contenuti finalizzati all’acquisizione e al mantenimento di clienti.

Fare content marketing quindi vuol dire ideare, creare e condividere dei contenuti che permettano all’azienda/brand di raggiungere determinati obiettivi.

4 obiettivi del content marketing:

 

content marketing social media marketing

1) Posizionamento del brand

Per raggiungere questo obiettivo l’azienda ha bisogno di trovare il modo migliore per comunicare i propri valori, la mission, la vision, le cause che sposa o qualsiasi altra cosa riguardi l’identità e il carattere del brand. Ovviamente a monte il social media manager o più generalmente il marketing manager deve aver effettuato uno studio dello scenario del settore in cui opera l’azienda in modo da individuare la fascia di mercato in cui posizionare il brand. Da questo studio deriva la scelta di molti fattori che fanno la differenza in termini di contenuto e di raggiungimento dell’obiettivo;

content marketing social media marketing

2) Acquisizione nuovi clienti

Punto cruciale, questo obiettivo è ovviamente il preferito del tuo cliente. Probabilmente è l’unico obiettivo al quale ha pensato e l’unico che avrà indicato in fase di briefing. Per lavorare sull’acquisizione di nuovi clienti c’è bisogno di studiare una strategia di content marketing mirata alla creazione di un pubblico ben preciso e in target con i servizi/prodotti che l’azienda offre. Conoscere il tuo pubblico ti aiuterà a capire di cosa ha bisogno e ovviamente tu/l’azienda che segui dovrà essere esattamente in tutti quei punti in cui il tuo cliente ideale potrebbe trovarsi. Si parte dal processo di relazione multicanale e si arriva fino alla creazione di una strategia di advertising mirata alla stimolazione di un bisogno latente del tuo potenziale cliente, nel mezzo una buona dose di contenuti che sollecitano la conversione;

content marketing social media marketing

3) Lead Generation

Fare lead è diverso da acquisire un cliente. Spesso in aula questo concetto è confuso per gli studenti. La lead generation è esattamente l’insieme delle azioni di marketing che genera un contatto interessato al prodotto/servizio che offri. Parliamo quindi un potenziale cliente sul quale andare a lavorare con ulteriori strategie affinché da potenziale diventi cliente. Il content marketing è uno degli ingrediente di base anche in questo caso insieme ad una buona strategia di advertising e email marketing;

content marketing social media marketing

4) Fidelizzazione

La fidelizzazione è fondamentale per poter tenere in piedi un business di successo, coltivare relazioni sane e proficue sia per il cliente che per l’azienda. Fidelizzazione infatti indica precisamente quell’insieme di azioni di marketing volte al mantenimento della clientela attraverso delle strategie orientate alla creazione di sempre un più alto grado di soddisfazione della clientela.

Ognuno di questi obiettivi ha delle metriche di valutazione per capire se ci stiamo muovendo nel modo giusto e se stiamo appunto raggiungendo l’obiettivo che ci siamo posti. Ad esempio nel caso del Posizionamento del brand quali metriche devo valutare? Sicuramente potrei partire dal traffico al sito, dalla percentuali di nuovi visitatori, dalle video views, guardare la reach e le impression dei contenuti che ho creato e condiviso.

Le metriche di valutazione degli obiettivi di content marketing

  • Posizionamento: traffico al sito, percentuali nuovi visitatori, video views, reach e impression;
  • Community/Acquisizione nuovi clienti: fan/follower, interazioni, engagement rate, percentuali visitatori di ritorno, durata media visita e bounce rate, acquisti, fatturato, valore medio degli ordini;
  • Lead Generation: numero di lead, landing page conversion rate (download, iscrizioni, ecc.);
  • Fidelizzazione: acquisti ripetuti, recensioni e raccomandazioni.

In base agli obiettivi si sviluppa una precisa strategia editoriale. Partendo dal nostro pubblico, dalla buyer personas che abbiamo costruito per aver ben chiaro tutti gli aspetti e le sfumature del nostro cliente ideale, avviamo una fase di brainstorming in cui ci si confronta su tutte le idee che in qualche modo comunicano i valori, i servizi o i prodotti del brand. Una volta raccolte le idee e definite le macro-aree in cui il brand si muoverà a livello di contenuto, si passa ad un’organizzazione strategica dividendo i macro-argomenti in “stream” di contenuti che diventeranno poi le nostre rubriche editoriali.

social media marketing - content marketing

Come si vede nella slide del corso qui sopra, gli stream di contenuto possono essere diversi ma la strategia editoriale deve essere ben equilibrata da un giusto mix di contenuti di prodotto/serizio, contenuti legati al valore del brand e rubriche ideate con lo scopo di coinvolgere il nostro pubblico e aumentare così l’engagement rate dei nostri canali e contenuti.

Come ho detto già diverse volte in aula, non ci sono degli ingredienti fissi per creare una strategia di content marketing di successo. C’è bisogno di tanto equilibrio fra gli obiettivi, un’analisi precisa delle attività svolte, un frequente aggiornamento del contenuto e delle rubriche editoriali proposte e soprattutto… ci vuole entusiasmo!

Una buona strategia di content marketing può davvero fare la differenza per un’azienda ma se i contenuti ideati non contengono quella giusta dose di emozione e coinvolgimento già di chi li pensa, non avranno successo. Il pubblico se ne accorge. Mettici entusiasmo, sempre.

L’entusiasmo si trasmette.

share the kindness laura de vincenzo

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares